Documenti di Agire Politicamente

Assemblea Nazionale di Agire Politicamente - 2019

“Per un nuovo umanesimo europeo: popoli, religioni, culture”

Roma

Venerdì 10 Maggio - presso l’Istituto Sturzo di Roma, in via delle Coppelle, 35

Sabato 11 Maggio - presso i locali della Parrocchia della Trasfigurazione in Roma (piazza della Trasfigurazione, 1)

Leggi tutto: Assemblea Nazionale di Agire Politicamente - 2019

 “IL LAVORO CHE NON C’E’…IL LAVORO CHE VOGLIAMO:

  PER COSTRUIRE IL PATTO SOCIALE”

Seminario di formazione 2017

in collaborazione con la Comunità di Capodarco

e in preparazione della 48a Settimana Sociale dei Cattolici Italiani

 Fermo, 26-30 agosto 2017

Leggi tutto: Seminario Estivo di Formazione 2017

Dove va il Partito Democratico?

 

 

Lino Prenna

Coordinatore nazionale dell'associazione Agire politicamente

Marzo 2017

È la domanda che abbiamo sollevato altre volte, ad ogni cambio di segreteria del partito, ansiosi di conoscere da quali ragioni ideali fossero mossi i nuovi dirigenti, ma anche preoccupati della progressiva caduta delle idealità originarie, a vantaggio di una conduzione pragmatica, priva di progettualità futura. Oggi, a dieci anni dall'atto fondativo del partito, siamo costretti a porre la stessa domanda, dopo le ultime travagliate vicende e la scissione, strumentalmente consumata come irresponsabile exodus! Poniamo la domanda ai tre candidati alle primarie, i quali parlano di tutto, dell'Italia, dell'Europa, del Mondo…, quasi fossero candidati alla guida del governo nazionale, tranne che del partito di cui ambiscono a diventare segretari, ignorando che un buon programma di trasformazione del Paese può nascere solo da un grande progetto di partito. Nessuno di loro, tranne accenni e battute di reciproca ostilità, conduce un'analisi di ciò che il partito è stato, nei successi e nei fallimenti, e di ciò che dovrebbe essere, nelle attese e nelle non rimosse speranze. Insomma, qual è la loro idea di partito? Ritengono ancora valide le ragioni fondative che lo legittimarono come partito nuovo e non come un nuovo partito? E ritengono ancora attuale il progetto originario di unità plurale delle culture che lo hanno fondato?

Leggi tutto: Dove va il Partito Democratico?