Etica

  • Scritto da Castagnetti, Pierluigi
  • Categoria: Etica
  • Visite: 1655

“Legge ineludibile, ma sulle adozioni serve ulteriore riflessione”

parla Pierluigi Castagnetti

da l'Unità - 2/2/2016

Intervista a Pierluigi Castagnetti: “Se si fossero approvati i Dico non ci muoveremmo sotto la spinta dell’urgenza. Family Day? Da non sottovalutare”

Certo che la legge sulle unioni civili va fatta e che il ddl Cirinnà va bene per tanti aspetti. E però c’è un che di “sbrigativo”, nel testo, che ha reso il delicato passaggio sulle adozioni ancora insufficiente: per cui “occorre che il Senato nei prossimi giorni ci lavori” perché le conseguenze persino sul piano antropologico potrebbero essere molto serie. Un allarme, dunque: per la sensibilità della persona che lo lancia, Pierluigi Castagnetti, va senz’altro meditato.

Presidente Castagnetti, il problema è l’articolo 5, come è noto. Secondo lei la soluzione della stepchild adoption non è abbastanza forte, abbastanza chiara? E in che misura influisce sul giudizio complessivo del testo Cirinnà?

Leggi tutto: ma sulle adozioni serve ulteriore riflessione

  • Scritto da Lacorte, Pietro
  • Categoria: Etica
  • Visite: 1535

Punti fermi sui principi regolatori della comunita’ umana

Pietro Lacorte

Medico e studioso di Bioetica

21 Gennaio 2016

Il disegno di legge sulle “unioni civili” di iniziativa dell’onorevole Cirinnà si propone di riconoscere particolari diritti a coppie che vivono stabilmente, anche se dello stesso sesso, in ragione del rispetto della loro dignità di persone e del diritto di essere tutelate nei loro rapporti di convivenza.

Il disegno di legge non è completamente condiviso da molti parlamentari per la parte che concerne l’adozione di un bambino da parte del genitore non naturale della coppia.

Leggi tutto: Punti fermi sui principi regolatori della comunita’ umana

  • Scritto da Maiardi, Piergiorgio
  • Categoria: Etica
  • Visite: 1417

Parole Controtempo

Prudenza

Stefano Zamagni
Modena

Libreria UBIK - Via dei Tintori, 22

Sabato 20 Febbraio 2016 ore 18:00

 

 

Nell’ambito del ciclo “Parole controtempo”, segnaliamo la presentazione del volume "Prudenza" di Stefano Zamagni.

Ne parla con l’autore Giovanni Bursi

Evento organizzata da:

Libreria Ubiklibri- Modena


Vedi appuntamento

Scarica il volantino dell'iniziativa.

  • Scritto da Maiardi, Piergiorgio
  • Categoria: Etica
  • Visite: 1980

gender o non gender

evoluzione o involuzione

Potenza

Teatro Francesco Stabile

Sabato 24 ottobre 2015 ore 19

 

Il lavoro del parlamento, la voce della piazza

Leggi tutto: gender o non gender

  • Scritto da Ortolina, Vincenzo
  • Categoria: Etica
  • Visite: 1748

Uno scisma strisciante

Vincenzo Ortolina

Milano, 2 Settembre 2015

 

La sensazione e' che, in conseguenza dello scoppio della questione "profughi", sia in atto una sorta di scisma "strisciante" tra la Chiesa di cui Salvini si sente in ogni caso devoto fedele e quella di Papa Francesco. Del resto, un esponente non di infimo livello della Lega Nord ha pubblicamente dichiarato, nei giorni scorsi, di non riconoscersi, da cattolico, nell'attuale "vescovo di Roma".  Il problema, mi pare, e' che ai buoni cristiani "padani" piace, evidentemente, una Chiesa che sia innanzitutto, in qualche misura, in sintonia con la loro idea di 'Dio, Patria e Famiglia'. Questo era in verità lo slogan in voga ai tempi del "fascio", lo sappiamo, ma non è facile negare il fatto che i "leghisti" l'hanno, in un certo qual senso, fatto proprio. Certo, aggiornandolo: nel senso, cioè, che va bene pure se la "famiglia" non è soltanto la prima, ma anche, magari, la seconda, e così via. E che la "patria" e' importante che sia, se non quella del proprio cortile o poco più, una patria molto "locale". Quella dell'identità padana. Quanto a Dio, qui non c'è, invece, un aggiornamento, ahimé. C'è, anzi, una sorta di regressione: va bene, cioè, il Dio dell'Antico Testamento, quello che ha scelto ed "eletto" un popolo preciso, separandolo dagli altri, e che per difenderlo ha usato tutti i mezzi, compreso anche (ma questa e' ovviamente una lettura letterale e quindi impropria della Bibbia) il  massacro dei suoi "nemici". E pare che gli immigrati, i profughi, siano i nemici di oggi. Quelli che vengono, al minimo, per portarci via "la roba". Poco importa se, a proposito di religione ebraico-cristiana, dopo l'Antico e' stato scritto, in verità, il "Nuovo" Testamento, che narra di tal Gesù Cristo, il quale, a compimento dello stesso Testamento Antico, e' venuto a dirci, secondo la Rivelazione, che Dio ha una volontà di salvezza universale, riferita cioè a tutti i popoli, non soltanto a quello "eletto".

Leggi tutto: Uno scisma strisciante