Cattolicesimo Democratico

Lettera indirizzata ai Vescovi della nostra Chiesa dopo le elezioni regionali 2010

(recata all’Assemblea Nazionale 2010 di Agire Politicamente da Raniero La Valle - coordinamento dei Comitati per la difesa della Costituzione - e proposta alla sottoscrizione di quanti la condividono)

Raniero La Valle

Reverendi Padri,

 certamente non sarà sfuggito alla vostra attenzione pastorale ciò che è avvenuto la settimana scorsa in Italia. Mentre dagli altari stava per risuonare il lieto annuncio della Pasqua, dalle urne usciva un responso che è stato interpretato dal governo come un encomio per le politiche praticate e come un mandato a perseverare ed anzi accelerare nel perseguimento dei modelli di vita e di società fin qui adottati e proposti.

Leggi tutto: Lettera indirizzata ai Vescovi della nostra Chiesa dopo le elezioni regionali 2010

RILANCIO DEI COMITATI DOSSETTI PER LA COSTITUZIONE

Documento dell'assemblea dei Circoli Dossetti

 I Comitati Dossetti per la Costituzione si sono riuniti a Bologna, presenti gruppi e aderenti di tutta Italia, da Palermo a Bari a Salerno a Padova a Milano, allo scopo di rilanciare l’azione a sostegno dei valori e delle norme costituzionali. Il prof. Onida, divenuto Presidente dei costituzionalisti italiani, ha motivato l’opportunità di lasciare la presidenza dei Comitati, alla quale sono stati eletti all’unanimità Raniero La Valle come Presidente e il prof. Luigi Ferrajoli come vice-presidente. Una segreteria è stata costituita a Bologna nelle persone di Alessandro Baldini, Francesco Di Matteo e Maurizio Serofilli.

Leggi tutto: RILANCIO DEI COMITATI DOSSETTI PER LA COSTITUZIONE

Una cittadinanza responsabile in nome della Costituzione e del Vangelo

Consiglio Nazionale di Pax Christi

Impegnati sui problemi del disarmo nazionale e internazionale, attenti ai drammi presenti in Palestina, in Iraq e in Iran, nel Salvador e nel Sudan, mentre prepariamo l’Assemblea nazionale di Pax Christi sulla “cittadinanza responsabile” e la marcia estiva per la Costituzione a Monte Sole presso Marzabotto, siamo duramente colpiti dalla deriva etica, politica e giuridica pericolosamente attiva in cinque direzioni:

...   Vedi articolo

 Il cristianesimo ha ancora una rilevanza pubblica in italia?

Dott. Pietro Lacorte

Presidente Diocesano MEIC di Brindisi-Ostuni

La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 5856, resa pubblica il giorno 11 marzo u.s., ha ritenuto di non applicare, nel caso del ricorrente, le norme previste dall’art. 3 della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, accolta dallo Stato italiano con legge n. 176/1991, esprimendo un parere difforme da quello già pronunciato nella sentenza n. 823 del 20.01.2010.

I giudici hanno ritenuto quindi che la difesa delle frontiere dello Stato italiano sia preminente rispetto alle esigenze di tutela del diritto allo studio dei minori interessati, non riconoscendo nella fattispecie una situazione di emergenza che determini gravi motivi connessi con lo sviluppo psico-fisico dei minori stessi.

Leggi tutto: IL CRISTIANESIMO HA ANCORA UNA RILEVANZA PUBBLICA IN ITALIA?

Cari cattolici, la nostalgia non serve

Nino Labate

Sull’ultimo numero di Reset Massimo D’Alema in un articolo titolato: “La fede è fattore di coesione”, riflettendo sul rapporto tra fede e politica, ha posto il problema della «laicità inclusiva » a cui dichiara di appartenere. Ne hanno poi parlato Castagnetti su Europa e Gennari e Matano sul Riformista. Non è la prima volta che D’Alema si sofferma sulla “risorsa” fede-mondo cattolico. E non è la prima volta che la famiglia politica comunista e postcomunista pone attenzioni alla questione cattolica. Gennari rovistando nella storia del Novecento cita un passaggio chiave della famosa lettera di Berlinguer al vescovo Bettazzi comparsa su Rinascita nel 1977, secondo cui nel Pci opera la volontà di far vivere in Italia un partito ed uno stato «non teista, non ateista, non antiteista ».

Leggi tutto: Cari cattolici, la nostalgia non serve