Contributi AgirePolis

Contributi dalla pagina Agire Polis facebook (#Agire Polis)

 

La redazione di Agire Polis è composta da:

 

Direttore Responsabile: Massimo De Simoni; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Caporedattore: Domenico Rogante; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Redattori: Alvaro Bucci, Vittoria Canessa Cerchi, Natalia Conte, Luca De Simoni, Elena Putti, Francesca Vagniluca

Nel Dicembre 2020 prende forma la rubrica social “Agire Polis” come
nuova articolazione dell’impegno e della riflessione sui temi che animano
Agire Politicamente.
Agire Polis vuole essere uno spazio di approfondimento con una finestra
aperta sul mondo dei social network, con l’obiettivo di ampliare le occasioni
di confronto e di dibattito sui temi che riguardano il cambiamento della
società e sul contributo che i cattolici democratici possono offrire, in termini
culturali e politici, soprattutto in questo delicato momento storico.

DEMOCRATICI E POPOLARI: Un’identità al “campo largo” del PD

Intervista sull’attuale momento politico al prof. Lino Prenna, Coordinatore nazionale di Agire Politicamente

Intervista effettuata dalla Redazione di Agire Polis

23 Luglio 2022

Professore, dopo circa diciotto mesi, il governo di “Unità Nazionale” a guida Mario Draghi è caduto, in seguito alla decisione del Movimento 5 Stelle, della Lega e di Forza Italia di non votare la fiducia. Che idea si è fatta al riguardo?

La crisi che si è consumata in questi giorni e che ha portato alla caduta del governo Draghi è stata definita con tanti aggettivi, incomprensibile, complessa, inedita... e ovviamente, gravissima in un contesto internazionale già segnato da una crisi umanitaria globale. E il comportamento dei partiti, "presenti non votanti, alla votazione del Senato, mercoledì scorso, è stato bollato, giustamente, come irresponsabile e vergognoso.

In realtà, la subdola manovra di lanciare il sasso e nascondere la mano rivela un certo modo di concepire la politica come "stratagemma", termine che il vocabolario, in base all'etimologia greca, definisce "astuzia militare", cioè, "mossa per trarre in inganno il nemico". Con altra parola, più vicina al linguaggio politico, possiamo parlare di comportamento demagogico e ingannevole, quale abilità a "cattivarsi il favore del popolo".

Leggi tutto: DEMOCRATICI E POPOLARI

La “nostra” Africa

Francesca Vagniluca

19 Luglio 2022

Il conflitto russo-ucraino sta aggravando ulteriormente la malnutrizione dei Paesi dell’Africa sub-sahariana. In particolare, Etiopia, Kenya, Burkina Faso, Somalia e Sud Sudan, dove si prevede un drastico aumento del tasso di malnutrizione, che già colpisce il 60% della popolazione.

Leggi tutto: La “nostra” Africa

IL PATRIARCA KIRILL E PAPA FRANCESCO

Alvaro Bucci

18 Giugno 2022

“Il patriarca Kirill è un leader religioso, e nel pieno rispetto dei principi della libertà religiosa, il governo ungherese ha considerato inappropriato che l’Ue lo sanzionasse”. E’ quanto si legge in una nota del portavoce di Viktor Orban all’indomani dell’ultimo accordo raggiunto con l’Europa, nel corso di una riunione straordinaria degli ambasciatori dei Ventisette, a fine maggio in Lussemburgo, di escludere il patriarca ortodosso Kirill dalla lista nera Ue contro l’élite russa, come previsto nel sesto pacchetto di misure sanzionatorie Ue nei confronti della Russia. Un ultimo “ricatto” di Orban, dopo aver tenuto in ostaggio le sanzioni al petrolio per cinque settimane, prima di raggiungere il compromesso sul petrolio per l’approvazione definitiva del pacchetto di sanzioni.

Leggi tutto: IL PATRIARCA KIRILL E PAPA FRANCESCO

Guerre e Paci

Francesca Vagniluca

31 Marzo2022

Parafrasando il titolo del romanzo “infinito” di Tolstoj possiamo immaginare ci siano modi diversi di fare la guerra e di volere la pace.

Nei testi di Geografia politica per la scuola secondaria di secondo grado, c’è scritto che la solidità di uno Stato si misura soprattutto dalla forza del proprio esercito ed è per tale ragione che gli Stati Uniti conservano il primato di superpotenza mondiale oltreché per la supremazia economica di cui l’industria bellica è parte integrante.

Leggi tutto: Guerre e Paci

Sottocategorie